GRIGLIE DI AREAZIONE SU MARCIAPIEDI DI USO PUBBLICO. SI PAGA LA COSAP

CASSAZIONE 19 GENNAIO 2018, N. 1435Dopo aver ripercorso storicamente l’evoluzione dell’istituto dell’occupazione del suolo pubblico, la Cassazione precisa come il canone di occupazione vada corrisposto a prescindere dall’esistenza di un provvedimento concessorio, giacché il presupposto applicativo della COSAP consiste nell’uso particolare che si faccia del suolo pubblico. Secondo l’iter argomentativo seguito dai giudici, la sostituzione del piano del calpestio con griglie di areazione integra la peculiarità di utilizzo richiesta dalla legge e giustifica la corresponsione del relativo canone da parte del Condominio
Ebbene, secondo la giurisprudenza costante della Corte, il canone di occupazione è dovuto in relazione alla particolare utilizzazione che ne trae il singolo e non in relazione alla limitazione o sottrazione all’uso collettivo di parte del suolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *